Ultima modifica: 9 Giugno 2021

Educazione Civica

PROCEDURE E LINK PER L’ACCESSO AL CORSO di FORMAZIONE

Educazione Civica 2020-2021

GRUPPI DI LAVORO – FORMAZIONE ED. CIVICA (15 ORE)

I gruppi di lavoro sono stati divisi in PRIMO CICLO e SECONDO CICLO D’ISTRUZIONE

1- GRUPPO – PRIMO CICLO D’ISTRUZIONE link
CALENDARIO INCONTRI dei webinar sincroni link

Programma del 1° ciclo

2- GRUPPO – SECONDO CICLO D’ISTRUZIONE link
CALENDARIO INCONTRI (2) dei webinar sincroni link

Programma del 2° ciclo

I link di accesso e le credenziali alla piattaforma TEAMS saranno forniti tramite posta all’indirizzo email comunicato.

L’attestato di partecipazione al corso per i docenti di ruolo sarà rilasciato dal Gruppo La Scuola erogatore del corso, scaricabile dalla piattaforma SOFIA.

L’attestato di partecipazione al corso per i docenti non di ruolo sarà rilasciato e inviato in formato cartaceo sempre dal Gruppo La Scuola.

Aggiornamento del 30 marzo 2021

UN NUOVO CURRICOLO PER L’EDUCAZIONE CIVICA

Formazione specifica destinata a Referenti e Collaboratori d’Istituto

ai sensi della L. 92/2019 e del Piano per la formazione dei docenti per l’Educazione Civica Prot. n. 19479 del 16 luglio 2020

OBIETTIVI

  • Comprendere il quadro normativo nazionale ed internazionale di riferimento
  • Approfondire le aree tematiche previste dalla legge 92 individuando alcuni sviluppi progettuali
  • Acquisire le competenze metodologiche necessarie per poter elaborare un curriculum per l’educazione civica e le progettazioni che lo costituiscono
  • Elaborare delle proposte progettuali realizzabili nei contesti di riferimento
  • Condividere esperienze e buone pratiche
  • Favorire la creazione di una rete tra le diverse realtà scolastiche
  1. Il quadro di riferimento

La legge 92 del 20 agosto 2019 (di seguito, Legge) ha introdotto dall’anno scolastico 2020-2021 l’insegnamento scolastico trasversale dell’educazione civica nel primo e secondo ciclo d’istruzione, integrate da iniziative di sensibilizzazione ad una cittadinanza responsabile nella scuola dell’infanzia.

Il tema dell’educazione civica assume oggi una rilevanza strategica e la sua declinazione in modo trasversale nelle discipline scolastiche rappresenta una scelta “fondante” del nostro sistema educativo, contribuendo a “formare cittadini responsabili e attivi e a promuovere la partecipazione piena e consapevole alla vita civica, culturale e sociale delle comunità, nel rispetto delle regole, dei diritti e dei doveri”.

I nuclei tematici dell’insegnamento sono precisati nel comma 2 dell’articolo 1 della Legge:

1. Conoscenza della Costituzione italiana e delle istituzioni dell’Unione europea, per sostanziare in particolare la condivisione e la promozione dei principi di legalità;

2. Cittadinanza attiva e digitale;

3. Sostenibilità ambientale e diritto alla salute e al benessere della persona.

La norma prevede, all’interno del curricolo di istituto, l’insegnamento trasversale dell’Educazione Civicaper un orario complessivo annuale che non può essere inferiore alle 33 ore, da individuare all’interno del monte orario obbligatorio previsto dagli ordinamenti vigenti e affidare ai docenti del Consiglio di Classe o dell’organico dell’autonomia.

La traduzione delle Linee guida nel concreto dell’attività didattica necessita di essere sostenuta  valorizzata con iniziative di accompagnamento delle istituzioni scolastiche: in particolare, è necessaria una adeguata formazione del personale scolastico sugli obiettivi, i contenuti, i metodi, le pratiche didattiche, l’organizzazione dell’educazione civica declinata nelle macroaree sopra descritte, da inserire trasversalmente nelle discipline previste nello specifico corso di studi.

I destinatari, le forme e i contenuti della formazione

I moduli formativi sono destinati, in prima battuta a uno dei coordinatori per l’educazione civica di cui all’articolo 2, comma 5 della Legge, individuato, sulla base dei criteri approvati dal Collegio Docenti tenuto conto di quanto previsto dalla Legge, su proposta del dirigente scolastico dal Collegio stesso, con funzione di referente. 

 Il referente avrà il compito di favorire l’attuazione dell’insegnamento dell’educazione civica attraverso azioni di tutoring, di consulenza, di accompagnamento, di formazione e supporto alla progettazione nei confronti dei colleghi, secondo il paradigma della “formazione a cascata”, di facilitare lo sviluppo e la realizzazione di progetti multidisciplinari e di collaborazioni interne fra i docenti, per dare concretezza alla trasversalità dell’insegnamento.

In funzione della complessità delle istituzioni scolastiche e in accordo con le Scuole polo, saranno formate ulteriori figure di referente, nei limiti delle risorse, sulla base di successive indicazioni.




Link vai su